Terna, strategie 2018-2022: su “Formiche.net” la presentazione dell’AD Luigi Ferraris

Investimenti, digitalizzazione e crescita internazionale: su “Formiche.net” gli obiettivi di Terna nel quinquennio 2018-2022, illustrati dall’AD Luigi Ferraris

Luigi Ferraris

Formiche.net: l’AD Luigi Ferraris presenta il Piano Strategico 2018-2022 di Terna

Nell’approfondimento dedicato al Piano Strategico 2018-2022 di Terna, presentato dall’AD Luigi Ferraris lo scorso 22 marzo al Museo della Scienza di Milano, “Formiche.net” si focalizza sugli investimenti programmati nell’arco del quinquennio e sulle loro destinazioni. In totale 5,3 miliardi di euro così ripartiti: circa 2,8 per lo sviluppo della rete nazionale e delle interconnessioni con l’estero, altri 700 milioni di euro nel piano per la difesa della rete, previsto dall’Autorità per l’energia. Infine, circa 1,9 miliardi di euro sono dedicati ad attività di rinnovo, miglioramento della qualità del servizio ed efficienza. Come sottolinea il portale, la parola d’ordine di Terna è “digitalizzazione”: “L’obiettivo è quello di una completa integrazione delle rinnovabili e di digitalizzazione dell’infrastruttura per una maggiore sicurezza e resilienza, a beneficio di tutto il sistema” ha dichiarato l’AD Luigi Ferraris spiegando agli analisti che a sostenere l’attuazione del Piano sono i risultati conseguiti dal gruppo nel 2017: i ricavi a 2,2 miliardi, in aumento del 6,9% sull’anno precedente, e un utile netto di 688 milioni (+8,7%) hanno contribuito anche a definire una nuova politica dei dividendi “in crescita rispetto al piano precedente a garanzia di un sicuro e prevedibile ritorno sull’investimento”.

Luigi Ferraris: “Formiche.net” sulla crescita internazionale di Terna

Riportando diverse dichiarazioni dell’AD Luigi Ferraris, “Formiche.net” fa notare anche come, attraverso il nuovo Piano, Terna punti a crescere anche oltre Europa. Sono previsti infatti 300 milioni di euro da investire in attività internazionali, soprattutto in Sud America. Nelle intenzioni del Gruppo, le operazioni internazionali apporteranno un contributo cumulato in termini di ebitda di circa 150 milioni di euro, in crescita di 70 milioni di euro rispetto a quanto contemplato nel precedente piano. Nei giorni scorsi, Luigi Ferraris si è recato in America per presentare il Piano Strategico in un tour di tre incontri che si sono tenuti a Chicago, Boston e New York City. Il feedback è stato positivo secondo l’AD che, nell’occasione, ha annunciato anche l’apertura di un nuovo ufficio a San Francisco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.