Luigi Ferraris: il valore dell’accordo Terna-RFI-Provincia di Bolzano

L’AD di Terna Luigi Ferraris a Bolzano per siglare un accordo insieme a Provincia e a RFI per una nuova infrastruttura di rete: saranno demoliti 900 tralicci e dismessi oltre 240 km di vecchi elettrodotti consentendo un maggiore sfruttamento dell’energia rinnovabile.

Luigi Ferraris, AD Terna

Bolzano: l’AD di Terna Luigi Ferraris commenta l’accordo siglato con Provincia e RFI

“È un progetto che crea valore per il territorio altoatesino e in generale per il Paese”: l’AD di Terna Luigi Ferraris con queste parole ben esprime quanto prevede l’accordo sottoscritto insieme a Rete Ferroviaria Italiana e Provincia autonoma di Bolzano. Frutto dell’efficace collaborazione tra aziende e istituzioni, prevede la dismissione di ben 240 km di vecchie linee a 120 kV, sostituite da una nuova linea di 120 km a 220 kV: saranno demoliti circa 900 tralicci riducendo del 50% l’impatto delle infrastrutture sul territorio. Saranno liberati 600 ettari di terreno, pari a circa 860 campi di calcio: si tratta di un’opera, come ha spiegato Luigi Ferraris ad Askanews, che permette di aumentare la potenza dal punto di vista energetico, rafforzando il corridoio nella provincia di Bolzano: è fondamentale per una provincia bella, che è in crescita, con un turismo che si trascina investimenti che richiedono anche la messa in sicurezza dei consumi energetici e della fornitura di energia.

Luigi Ferraris: i progetti di Terna in Alto Adige all’insegna della sostenibilità

L’accordo sottoscritto dall’AD di Terna Luigi Ferraris insieme a RFI e a Provincia autonoma di Bolzano ha una scadenza precisa fissata per il 2025 e prevede per il gruppo investimenti per circa 400 milioni di euro nell’arco di 10 anni: “È fondamentale per noi – ha dichiarato l’AD ad Askanews – essere vicini al territorio e fare investimenti a beneficio di uno sviluppo organico a livello locale e a livello di sistema Paese”. 400 milioni che, come ha precisato Luigi Ferraris, permetteranno a Terna di riammodernare le linee, aumentarne la potenza e ridurre l’impatto ambientale con un nobile intento: “Accompagnare un Paese, una provincia come questa che è in forte crescita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.