Costituzione ed emancipazione femminile secondo Marilisa D’Amico

Da sempre impegnata a combattere le disuguaglianze di genere, Marilisa D’Amico è intervenuta sul tema emancipazione femminile durante l’incontro organizzato a Milano in occasione dell’8 marzo: c’è ancora molto da fare e le Università oggi sono fondamentali per continuare a parlare di democrazia e parità di genere.

Marilisa D'Amico

“Donne e potere oggi”: l’intervento di Marilisa D’Amico

In occasione dell’8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, la Casa della Cultura e il Centro di Ricerca Interuniversitario “Culture di Genere” hanno organizzato un incontro intitolato “Donne e potere oggi”, per riflettere sul ruolo del genere femminile tra passato e presente. Durante la serata sono intervenute Marilisa D’Amico e Annalisa Murgia dell’Università degli Studi di Milano, Susanna Camusso, già segretaria generale CGIL, e Carmen Leccardi dell’Università Milano-Bicocca, anche coordinatrice dell’incontro. Marilisa D’Amico, Professore ordinario di Diritto costituzionale e Giustizia costituzionale e Prorettore con Delega alla Legalità, Trasparenza e Parità di diritti, si è occupata di studiare approfonditamente il periodo fascista dal punto di vista costituzionale, per elaborare un interessante confronto tra passato e modernità sul tema della democrazia paritaria. La Professoressa ha messo in luce le motivazioni per le quali la parità potenziale tra uomo e donna in Italia di fatto non è stata ancora raggiunta: le donne, ad esempio, possono votare ma non sono votate. “Non possiamo dimenticarci”, ha affermato Marilisa D’Amico, “che noi stesse negli anni in cui sono avvenute determinate conquiste abbiamo combattuto, ma abbiamo anche sottovalutato la necessità di un vero cambiamento culturale”. La Professoressa ha concluso l’intervento citando il pensiero di Teresa Mattei, che evidenzia con forza il legame tra democrazia ed emancipazione femminile. “Nella storia italiana questa forza e questa determinazione si sono arrestate”: le Università oggi diventano luoghi fondamentali per portare avanti con determinazione il punto di vista femminile, consapevoli degli esempi positivi degli anni passati.

Marilisa D’Amico: gli incarichi e l’impegno accademico

Marilisa D’Amico è stata Componente del Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa, di cui è stata vice-presidente negli anni 2013 e 2014, oltre che Presidente della seconda commissione dal 2015. Ha svolto il ruolo di Presidente per il Comitato Pari Opportunità dell’Università degli Studi di Milano e Delegata del Rettore alle disabilità. È stata coordinatrice scientifica di Direct, Team strategico di Ateneo sulle Discriminazioni e disuguaglianze. È inoltre coordinatrice scientifica di diversi Corsi di perfezionamento. All’interno dell’Università degli Studi di Milano ha promosso l’istituzione del Centro di Ricerca Coordinato “Garanzie difensive e processo penale in Europa”, di cui è componente del comitato di indirizzo scientifico. È membro del Consiglio del Centro Interdipartimentale di ricerca “Studi e Ricerche Donne e Differenze di Genere”, oltre a far parte del Consiglio scientifico del Centro Interuniversitario “Culture di Genere”. Dall’agosto del 2018 Marilisa D’Amico è membro del Women and Gender in Global Affairs Network, Columbia University, New York. Attualmente è Prorettore con Delega alla Legalità, Trasparenza e Parità dei diritti dell’Università degli Studi di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.