Come affrontare il mal di mare: alcuni suggerimenti

come affrontare il mal di mare

Quando si parte per delle vacanze in barca a vela Grecia o qualsiasi altra località, una delle cose a cui spesso ogni passeggero pensa è: soffro di mal di mare? Ed eventualmente, come fare a contrastarlo nel migliore dei modi? Partiamo dal presupposto che il mal di mare è un malessere che può colpire chiunque e definito “di movimento”. In altre parole, i sintomi si innescano dal conflitto che avviene tra il nostro equilibrio e i continui spostamenti e oscillazioni che subiamo su mare.
Riuscire a contrastare il mal di mare, checché si pensi e se ne dica, è assolutamente possibile. In questa guida abbiamo deciso di spiegarvi come fare.

1. Prendete farmaci appositi

Il primo consiglio che ci sentiamo di dare è quello di prendere dei farmaci appositi, utili per contrastare il senso di nausea e di vertigini. Parliamo, ad esempio, di gomme alla xamamina, oppure cerotti, gocce e così via. È bene sottolineare, però, che questi farmaci provocano una certa sonnolenza e affaticano la vostra circolazione, per cui è sempre meglio chiedere prima consiglio al vostro medico di fiducia, in modo da scegliere la soluzione perfetta per voi.

2. Distraetevi e non pensateci troppo

Molte volte, la nausea, la stanchezza, l’ansia, sono provocate da un’eccessiva paura più che da una predisposizione al mal di mare. Per questo vi consigliamo di evitare di vivere il vostro viaggio in barca in modo eccessivamente ansioso. Avere un po’ di nausea non è grave e soprattutto è molto comune: ciò non significa che dobbiate per forza sentirvi male. Provate a pensare a qualcosa di piacevole, al fine di distrarre la mente e non dare troppo adito alla vostra paura. State pur certi che vi sentirete da subito meglio.

Altri accorgimenti

Ci sono anche altri accorgimenti molto semplici per evitare di vivere il mal di mare. Ad esempio:

  • Cercate di stare il più possibile in piedi e in movimento, in modo da distrarvi;
  • Se siete in traghetto e avete un posto sottocoperta, stendetevi pure, chiudete gli occhi ma posizionatevi sempre a poppa ma mai a prua, dove le oscillazioni sono decisamente maggiori;
  • Respirate sempre aria fresca e pulita e tenetevi lontani da odori forti come quelli del fumo, in modo da non aumentare la vostra agitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.