Claudio Descalzi: nuovo accordo di cooperazione sul gas tra Eni e Sonatrach

“Un ulteriore passo avanti nel percorso strategico di espansione delle nostre attività upstream in Algeria”: Claudio Descalzi , Amministratore Delegato di Eni, annuncia la nuova collaborazione con Sonatrach.

Claudio Descalzi

Claudio Descalzi: i dettagli dell’accordo Eni-Sonatrach

Risale al 18 luglio il nuovo accordo Eni-Sonatrach sul gas in Algeria. L’operazione costituisce un ulteriore importante passo verso il rafforzamento della cooperazione delle attività che interessano il bacino del Berkine: il principale obiettivo della collaborazione è la realizzazione di un gas hub nell’area algerina, sfruttando la sinergia con gli asset già esistenti di BRN (blocco 403) e MLE (blocco 405b). L’accordo è stato siglato dall’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi e Abdelmoumem Ould Kaddour, alla guida della società algerina. Si legge in una nota di Eni che “tale accordo è volto alla realizzazione di un ambizioso programma di rilancio delle attività di esplorazione e sviluppo nell’area, attraverso l’ottimizzazione delle infrastrutture esistenti in sinergia con quelle di prossima realizzazione: una linea di 180 Km che collegherà in fast-track gli assets di BRN con MLE che diventerà quindi il gas hub di riferimento del bacino del Berkine”. La partnership tra la società guidata da Claudio Descalzi e Sonatrach si colloca nell’ambito dell’accordo quadro firmato ad aprile durante le Giornate Tecnico Scientifiche di Orano.

Il commento di Claudio Descalzi alla rinnovata partnership

Eni e Sontrach hanno anche concordato le nuove condizioni commerciali per l’anno termico 2018-2019, consolidando ulteriormente la propria collaborazione: il negoziato commerciale è stato avviato con l’obiettivo di valutare un prolungamento della fornitura di gas oltre la scadenza contrattuale fissata al 2019. Per l’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi “si tratta di un ulteriore passo avanti nel percorso strategico di espansione delle nostre attività di upstream in Algeria e nella rinegoziazione da parte di Eni dei contratti di fornitura gas di lungo termine e marca anche lo spirito di forte collaborazione fra Sonatrach e Eni che si sta sviluppando in differenti aree, dall’esplorazione allo sviluppo di nuovi progetti nell’ambito del gas e allo sviluppo delle rinnovabili.” C’è la volontà di rinforzare la cooperazione nel settore petrolchimico, delle energie rinnovabili, nei progetti offshore dell’Algeria e in altre opportunità internazionali che si verranno a presentare. La società amministrata da Claudio Descalzi è presente in Algeria dal 1981: attualmente partecipa in 32 permessi minerari con una produzione di equity nel Paese di oltre 100.000 barili di olio equivalente al giorno. Eni è per questo il principale player internazionale del Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.