Ascensori esterni, una risorsa per l’abbattimento delle barriere architettoniche

Ascensore all'esterno di un edificio

Non c’è niente di più indispensabile, per una persona che soffre di difficoltà motorie serie oppure è costretta su una sedia a rotelle, di un ascensore per superare le barriere architettoniche presenti negli edifici e potersi così spostare liberamente al loro interno.

Nonostante gli sforzi compiuti negli ultimi anni sia a livello legislativo che di iniziative legate agli enti locali per installare ascensori laddove se ne avverte più la necessità, e in particolar modo negli edifici residenziali di non recente costruzione, purtroppo le barriere architettoniche permangono. Tuttavia, ciò non è sempre dovuto a una questione di mancanza di volontà.

Sono infatti frequenti i casi di edifici in cui, per via di rampe di scale eccessivamente anguste o altri problemi di carattere strutturale, non è materialmente possibile dare avvio ai lavori per la realizzazione di un nuovo ascensore.

Qualora le strutture presenti lo consentissero, tuttavia, è possibile aggirare il problema ricorrendo a impianti moderni e versatili: gli ascensori esterni, che vengono installati sulla facciata o sul lato di un edificio servendone tutti i piani o solo parte di essi.

Ricorrendo a un ascensore esterno è possibile soddisfare le esigenze legate all’abbattimento delle barriere architettoniche, e al tempo stesso anche aggiungere pregio alla facciata: esistono infatti impianti in acciaio e vetro moderni e di tipo panoramico, che assicurano inoltre all’utente una piacevole esperienza d’utilizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.