Alessandro Benetton: l’imprenditore omaggiato del Premio Kennedy

L’imprenditore italiano Alessandro Benetton è tra i vincitori del Premio Kennedy: al gala che si è svolto a Montecarlo per i 50 anni della Fondazione RfK Human Rights Foundation ha partecipato la figlia del senatore newyorkese, Kerry Kennedy.

Alessandro Benetton

Ad Alessandro Benetton il premio Kennedy: 50 anni di RfK Human Rights Foundation

L’imprenditore italiano Alessandro Benetton si è aggiudicato il Premio Kennedy, un importante riconoscimento guadagnato grazie al suo impegno verso lo sviluppo sostenibile portato avanti con le attività di 21 Investimenti. Il Premio è stato assegnato in occasione del cinquantesimo anniversario della RfK Human Rights Foundation, durante il gala di giovedì 25 ottobre organizzato a Montecarlo. All’evento ha preso parte Kerry Kennedy, la figlia del senatore newyorkese ucciso il 6 giugno 1968: “Quando papà si candidò alla presidenza lo fece predicando pace, giustizia e compassione verso chi soffre”, ha dichiarato la figlia Kerry. “gli Stati Uniti, disse, dovrebbero battersi per questo.” La RfK Human Rights Foundation è molto attiva in Italia per la diffusione della conoscenza dei diritti umani nelle scuole e nelle carceri, e per la lotta al bullismo. Kerry Kennedy ha espresso la sua preoccupazione verso “la minaccia, globale, che l’odio pone nei confronti dei diritti umani”. Alessandro Benetton non è stato l’unico a essere insignito del Premio, che è stato consegnato ad altre figure di spicco della nostra contemporaneità che si sono impegnate per la salvaguardia dell’ambiente e dei diritti umani o per una particolare dedizione verso la figura del senatore.

Alessandro Benetton e gli altri premiati

“Io credo che il messaggio di mio padre sia molto attuale e che funzionerebbe anche sui social network”, ha dichiarato Kerry Kennedy: “le persone, nel mio Paese, non vogliono più divisioni ma qualcuno che tiri fuori il meglio da ognuno di noi e che abbia una visione per sanare le spaccature”. Alessandro Benetton, premiato per aver posto lo sviluppo sostenibile al centro della propria strategia aziendale, ha condiviso quest’importante riconoscimento con il principe Alberto II di Monaco, premiato per l’impegno nella salvaguardia dell’ambiente e degli oceani. Anche il fotografo americano Harry Benson ha ricevuto il riconoscimento per aver raccontato la figura di Kennedy fino alla morte e per aver documentato, durante tutta la sua carriera, le violazioni dei diritti umani. Il Robert F. Kennedy Journalism Award è stato assegnato invece alla giornalista cubana Yoani Sánchez, per il suo impegno contro il governo cubano. In Italia la Fondazione RfK è presieduta da Marialina Marcucci, che si occupa anche di progetti per l’integrazione dei migranti. Alessandro Benetton, assente al gala del 25 ottobre, è stato premiato grazie al lavoro svolto negli anni alla guida di 21 Investimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.